Migliaia di migranti attraverso il Guatemala verso gli Stati Uniti.

La colonna dei disperati che spera in Joe Biden.

Tremila persone dall’Honduras agli Stati Uniti stanno tentando il viaggio della speranza. Nonostante il Guatemala imponga delle restrizioni, i migranti non si fermano e giunti in Messico tentano comunque di entrare negli USA, nonostante il muro, nonostante tutto. Questo aumento di migranti lungo la frontiera degli USA è dovuto alla speranza che Joe Biden allenti le misure restrittive volute da Donald Trump.

Ad attendere i migranti senza permessi e visti è per prima la polizia guatemalteca lungo il confine tra Honduras e Guatemala. Sono migliaia di guardie in tenuta antisommossa.
Secondo l’Ansa, invece, sarebbero 4500 i migranti partiti dall’Honduras per raggiungere gli stati Uniti d’America.
La speranza di un nuovo presidente diverso da Trump e la fame ulteriormente acuita dalla pandemia mondiale spinge le popolazioni povere dell’America Latina e dell’America Centrale verso l’agognato Nord America.

I migranti centroamericani si sono fatti strada attraverso il cordone di polizia al confine guatemalteco il 15 gennaio, durante la marcia dall’Honduras verso gli Stati Uniti.
Il viaggio è iniziato una settimana prima che il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden si insediasse, in sostituzione dell’amministrazione Trump, che aveva una posizione più dura sull’immigrazione illegale.
Gli Stati Uniti, il Guatemala e il Messico hanno avvertito che non consentiranno ai migranti irregolari di entrare attraverso i loro confini. Il governo guatemalteco ha decretato lo stato di emergenza per i prossimi 15 giorni a causa dell’arrivo di persone senza controlli sanitari.

(fonte: farodiroma.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *